L’EQUIPE

All’interno del centro lavorano professionisti psicologi e psicoterapeuti che hanno conseguito  una specifica formazione in ambiti diversi (clinico, giuridico, scolastico) ed offrono un servizio  accessibile a tutte le fasce di età (bambini, adolescenti, adulti, anziani).

L’Equipe collabora inoltre con altre figure professionali, quali psichiatri, neuropsicologi, pediatri, psicomotricisti, logopedisti, mediatori familiari e medici legali.

L’ambiente in cui opera è confortevole e accogliente e garantisce la riservatezza degli utenti.

Dr.ssa Silvia Cantelli

Dr.ssa Silvia Cantelli – Psicologa, Psicoterapeuta

Iscritta all’Ordine degli Psicologi della Regione Toscana dal 2002 con il n. 3058.

s.cantelli@centroiris.net

Cari lettori vi racconto qualcosa di me…

Ho conseguito la laurea in Psicologia all’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” nel 2000. Titolo della Tesi di laurea: “Lessico Psicologico e generi narrativi in bambini di età prescolare e scolare”. Ho svolto il tirocinio post-laurea presso l’Unità Funzionale Infanzia e Adolescenza di Arezzo e presso l’Istituto di Terapia Familiare di Firenze.

Ho conseguito l’abilitazione alla professione di psicologo presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” mediante Esame di Stato e mi sono poi iscritta all’Albo degli Psicologi della Regione Toscana (n° 3058).

Ho proseguito la mia formazione perfezionandomi in Consulenza tecnica e perizia psicologica presso l’Istituto di Terapia Familiare di Firenze nel 2004.

Ho successivamente conseguito la specializzazione in Psicologia Clinica presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Siena nel 2008 (Psicoterapia ad indirizzo Cognitivo-costruttivista postrazionalista).

Mi sono poi formata inLa valutazione delle competenze genitoriali“, in tema di affido dei minori nelle cause di separazione e divorzio, presso il Centro di formazione HT Psicologia di Cesena nel 2010.

Ho collaborato con un neuropsicologo di Arezzo, Dr. A. Bianchi, in valutazioni neuropsicologiche e psicodiagnostiche, sia cliniche (valutazione del funzionamento cognitivo e/o emotivo) che forensi (valutazione del danno alla persona: cognitivo, psichico e sotto il profilo esistenziale; valutazione della capacità di agire).

Ho conseguito inoltre la formazione in “Infanzia e abuso in Psicologia giuridica. La valutazione del minore presunta vittima di abuso sessuale e/o maltrattamento”, presso il Centro di formazione HT Psicologia di Cesena nel 2013.

Alcune esperienza lavorative

Ho iniziato a lavorare in ambito sociale come Educatrice domiciliare presso il servizio di Assistenza Domiciliare Educativa (ADE) della Cooperativa Sociale PROGETTO 5 di Arezzo e di sostegno a minori con handicap. Le attività, rivolte ai minori con problemi di apprendimento scolastico e/o con particolari patologie caratteriali, sono state finalizzate al raggiungimento di obiettivi di socializzazione, di assunzione di responsabilità, di autonomia, nonché di acquisizione di regole e comportamenti adeguati. Il sostegno ai minori con handicap ha riguardato attività finalizzate all’acquisizione di particolari autonomie e alla socializzazione sia per il minore che per la sua famiglia.

Successivamente ho iniziato a lavorare come Psicologa nell’ambito di progetti di attività di gruppo sul sostegno alla genitorialità nella provincia di Arezzo.

Ho proseguito la mia esperienza in qualità di Psicologa nell’area della Psicologia Scolastica:

. progetto “Crescere insieme” – laboratorio esperienziale su tematiche di socio-affettività – rivolto ai ragazzi, ai loro genitori e agli insegnanti del ciclo di scuola primaria e secondaria inferiore dell’Istituto Scolastico Comprensivo di Lucignano in provincia di Arezzo

. progetto “Incontrarsi a scuola” – attività di orientamento scolastico – rivolto ai ragazzi del ciclo di scuola secondaria inferiore del medesimo istituto Scolastico

Ho altresì collaborato con lo Sportello Antimobbing dell’Ente Provincia di Arezzo in attività di front-office e valutazione psicologica di casi riconducibili a situazioni di mobbing.

Ad oggi svolgo attività di Psicologa-Psicoterapeuta libero professionista presso il Centro Iris di Arezzo, dove mi occupo di:

Consulenza, sostegno psicologico e psicoterapia (rivolta a bambini, adolescenti e adulti)

Sostegno Psicologico in Gravidanza e Maternità

Sostegno alla Genitorialità

Valutazioni neuropsicologhe cliniche

Valutazioni psicodiagnostiche e neuropsicologiche in contesti legali e assicurativi

Sono inoltre iscritta all’Albo dei Consulenti Tecnici del Giudice presso il Tribunale di Arezzo dall’anno 2008.

Il mio approccio teorico e metodologico

Coerentemente con la mia formazione professionale, l’approccio da me adottato è quello della terapia Cognitivo-costruttivista postrazionalista che considera l’individuo come un ordinatore di ciò che percepisce, come colui, cioè, che ha un ruolo attivo nell’organizzare la propria conoscenza di sé, delle situazioni e del mondo.

Ciò significa che per poter affrontare le nostre problematiche è necessario comprendere anzitutto come funzioniamo, esplorando i nostri pensieri e le nostre emozioni attraverso l’autosservazione e divenire consapevoli del proprio atteggiamento verso la realtà, nonché modalità di percepirla.

Comprendere che la conoscenza e l’esperienza di sé, degli altri e del mondo è frutto del nostro modo di percepire può aiutarci ad essere attivi costruttori del proprio benessere…

Il mio modo di lavorare in psicoterapia: al paziente che chiede una terapia propongo un lavoro in cui, partendo dall’analisi del problema presentato, sia possibile acquisire una graduale consapevolezza sulle proprie modalità di “guardare” e “vivere” le situazioni, imparando a riconoscere le emozioni provate e i significati personali che rivestono per costui le cose e dai quali prendono poi forma i suoi stati d’animo. Il modo migliore di controllare le emozioni spiacevoli, quelli che turbano, è di metterle a fuoco, capire di cosa si tratta. La COMPRENSIONE è allora la chiave che apre la porta a un nuovo equilibrio, indagando “perché sentiamo quello che sentiamo”..

“Conoscersi, infatti, significa essenzialmente essere in grado di gestire l’effetto che fa essere sé stessi di fronte alla crescente chiarezza con cui è percepita l’irreversibilità della propria vita.”(Guidano, 1992).

Pubblicazioni

-         Bianchi A., Peruzzi S., Cantelli S.: L’esame neuropsicologico forense. In Bianchi A. (a cura di): L’esame neuropsicologico dell’adulto. Applicazioni cliniche e forensi. Collana Psicologia Applicata, Giunti O.S., Firenze 2008

 -         Silvia Cantelli, Cinzia La Mastra, Silvia Peruzzi: Strumenti tecnici per la valutazione delle capacità. In Bianchi Angelo, Macrì Pasquale Giuseppe: La valutazione della capacità di agire. Collana “Medicina legale e scienze affini”, Editore CEDAM, 2011.

Dr.ssa Elisa Papini

Scheda personale della Dr.ssa Elisa Papini

e.papini@centroiris.net

MI PRESENTO:

La mia formazione in ambito psicologico è iniziata con la Laurea quinquennale in Psicologia (2003) a Firenze, indirizzo evolutivo (infanzia e adolescenza). Dopo il tirocinio svolto al Dipartimento di Scienze Neurologiche e Psichiatriche di Careggi, Firenze (I Semestre) e l’Unità Funzionale Salute Mentale Infanzia e Adolescenza di Arezzo (II Semestre) mi sono specializzata in Psicologia Clinica presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia a Siena (Settore Scienze del Comportamento, indirizzo Cognitivo-Costruttivista Post-Razionalista) nel 2008.

Mi sono poi dedicata ad ulteriori step formativi, ritenendo fondamentale l’aggiornamento e l’approfondimento nel mio lavoro, in particolare per quanto riguarda la psicodiagnostica in ambito clinico e forense e la neuropsicologia. Sono iscritta presso l’Elenco CTU del Tribunale di Arezzo come consulente psicologa e mi dedico dal 2008 all’esercizio della libera professione ad Anghiari, dove vivo, e ad Arezzo, dove ho fondato nell’Aprile 2012 il Centro Iris insieme alla mia collega Silvia.

Ritengo il mio lavoro bellissimo, affascinante e complesso; l’incontro con l’altro è un’esperienza di profonda umanità e contatto emotivo che poche altre esperienze permettono; la psicoterapia arricchisce chi la svolge e chi decide di intraprenderla, apre una finestra sulle potenzialità nascoste di ogni individuo e esplora e contatta le risorse utili nel  far fronte ai periodi difficili della vita, conoscendo più da vicino chi siamo e come agiamo nel mondo.

AMBITI DI INTERVENTO

Nel Centro Iris mi occupo di:

- Consulenze e sostegno psicologico (momenti critici dell’esistenza: lutti, separazioni, malattie..)

- Psicoterapia Cognitiva di tipo Costruttivista (rivolta sia a bambini che ad adulti) per problematiche legate all’ansia, alla depressione, alla relazione di coppia, alla sessualità, disordini alimentari, problematiche dell’infanzia e dell’adolescenza.

- Valutazioni psicodiagnostiche e neuropsicologiche, sia in ambito clinico (valutazione del funzionamento cognitivo e/o emotivo) che giuridico-forense (valutazione del danno alla persona: cognitivo, psichico, danno da pregiudizio esistenziale).

IL MIO ORIENTAMENTO

                                                                            “Il sentirci vivi e il continuo spiegarcelo è qualcosa

                                                                            che sembra intrinseco alla natura umana…è un

                                                                           requisito che precede qualsiasi esperienza       

                                                                           possibile.” (Guidano, 2000a, p.41)

L’approccio cognitivo-costruttivista  intende la mente come costruttrice attiva di significati, entro i quali le varie esperienze di vita prendono forma e connotazione emotiva. Il significato è ciò che dà un senso di continuità alla nostra vita, non è una corrispondenza logica tra le parole e le cose del mondo, ma è il sentirci sempre noi stessi in tutta la nostra esperienza. Attraverso la psicoterapia cognitiva costruttivista ogni persona può:

- conoscere come si sviluppa il senso di continuità e di coerenza interna, specifico in ogni essere umano;

- capire come, quando e perché questa continuità viene perturbata in certi precisi momenti dell’esistenza;

- ritrovare un dialogo interno che permette non solo cognitivamente, ma soprattutto emotivamente, di ripristinare un nuovo equilibrio psicologico ad un livello di complessità maggiore.

La psicoterapia costituisce un momento unico nella vita di ogni persona, è un viaggio avventuroso, emozionante, talvolta doloroso ma incredibilmente autentico dentro se stessi e verso il mondo, alla fine del quale chi lo intraprende trova nuovi strumenti per operare nella propria vita in modo adattivo e funzionale e coerente con sè.