DOMANDE FREQUENTI

Chi è lo Psicologo?

Lo Psicologo ha conseguito una laurea in psicologia, ha svolto un anno di tirocinio e il relativo esame di stato ed è iscritto all’Albo professionale, ai sensi dell’art. 7 della Legge 18 febbraio 1989, n. 56. Lo Psicologo può svolgere consulenza psicologica e colloqui di sostegno.

Chi è lo Psicoterapeuta?

Lo Psicoterapeuta ha conseguito una specifica formazione professionale dopo il conseguimento della laurea in psicologia o in medicina e chirurgia, mediante corsi di specializzazione almeno quadriennali che prevedano adeguata formazione e addestramento in psicoterapia, attivati ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 10 marzo 1982, n. 162, presso scuole di specializzazione universitaria o presso istituti a tal fine riconosciuti secondo le procedure di cui all’articolo 3 del sopracitato decreto. Lo Psicoterapeuta, oltre a svolgere le attività previste per la professione dello psicologo, può esercitare la psicoterapia.

In che cosa consiste una consulenza psicologica?

La consulenza psicologica è volta a supportare e sostenere la persona che presenta una difficoltà psicologica specifica che non invalida il suo senso di identità. Il cambiamento, quindi, è focalizzato al momento di crisi che può essere legato a un particolare periodo del ciclo evolutivo (per esempio adolescenza o genitorialità) o a cambiamenti inaspettati, quali un lutto o la perdita improvvisa del lavoro. Per tali ragioni, solitamente, la consulenza psicologica è di breve durata e la frequenza può essere settimanale o bi-settimanale, a seconda del problema da affrontare.

In che cosa consiste una psicoterapia?

Non è facile rispondere a questa domanda, in quanto nel panorama della psicoterapia esistono diversi approcci a seconda dell’orientamento teorico e metodologico seguito. Ciò significa che ogni terapeuta utilizza un proprio modo di lavorare, in relazione al modello teorico di riferimento. In linea generale, ogni psicoterapia inizia con una richiesta di aiuto da parte di una persona che si trova in una condizione di disagio che invalida il proprio senso di identità. Nella psicoterapia ad orientamento costruttivista – quello da noi adottato – il cambiamento ha la finalità di aiutare la persona a raggiungere una maggiore consapevolezza di sé e dei suoi meccanismi. Il lavoro può riguardare sia il presente che il passato, al fine di permettere alla persona di fare collegamenti tra ciò che vive nell’oggi e la propria esperienza di vita personale. Proprio perché l’obiettivo è diverso rispetto alla consulenza psicologica, la psicoterapia ha solitamente una durata prolungata nel tempo, non definibile nel numero di incontri fin dal primo colloquio.

Che differenza c’è tra psicologo e psichiatra?

Lo psicologo è una figura professionale che ha conseguito la laurea in Psicologia e, dopo aver superato l’Esame di Stato, si è iscritto all’Ordine Professionale della propria Regione. Lo psichiatra, invece, è una figura professionale che ha conseguito la laurea in Medicina e Chirurgia, specializzandosi successivamente in Psichiatria. È l’unica figura professionale che può prescrivere farmaci per curare i disturbi mentali. Accanto alla prescrizione farmacologica può svolgere un intervento anche di tipo psicologico.